Messaggio
Per un Pugno di Libri Stampa
Scritto da Administrator   
Giovedì 04 Aprile 2019 13:33

Per un pugno di libri



Il 18 e il 22 marzo si sono svolte in aula magna, le fasi eliminatorie della gara di lettura delle classi prime e seconde della Scuola Secondaria di primo Grado.



Le prove sono state affrontate dagli alunni con serietà, entusiasmo, partecipazione e impegno. Merito soprattutto del Preside Daniele che ha condotto le gare, somministrando agli alunni prove strutturate nei minimi dettagli. In questo modo, nel corso della competizione, i ragazzi hanno avuto modo di conoscere ancora più a fondo il contenuto dei libri.



Per un pugno di libriI testi letti sono stati Wonder e Clara va al mare.

Wonder non è un semplice libro per ragazzi, ma un emozionante racconto che tratta il tema della diversità, e che è riuscito a conquistare il cuore dei nostri alunni.

Nato con la sindrome di Treacher-Collins (malattia dello sviluppo cranio facciale, che lascia intatto il corpo, ma deforma orribilmente il viso), August (Auggie), è un ragazzino di undici anni, che si trova, dopo anni di protezione da parte della sua famiglia, ad affrontare con coraggio il mondo della scuola, che si rivelerà trionfante, grazie alla gentilezza con la quale si confronta con le persone intorno a sé.

Ed è proprio con l'ingresso del bambino nella scuola media, che si apre il racconto; una scuola, in cui tutto per Auggie è nuovo: regole, persone e spazi. Una vita sociale tutta da costruire, che diventa una vera e propria prova di coraggio. Il bambino, infatti, non può camminare per strada o per un corridoio senza che gli altri gli si rivolgano con frasi e sguardi crudeli, trattandolo come un appestato. Indossare il suo nuovo costume per Halloween, rappresentante uno dei personaggi preferiti di Guerre Stellari, è l'unico modo che lo farà sentire un bambino normale.

Ma in questo difficile percorso, preziosa risulta non solo la mediazione del preside, straordinario esempio di grande educatore, attento alle persone e alla pedagogia più che alla normativa, ma anche altri insegnanti come l'appassionato Mr. Browne, o la piccola Summer che insieme ad altri compagni che gli sta vicino nei momenti di difficoltà.

August con i suoi modi unici, ricambierà tutti con la sua capacità di toccare profondamente la vita di quanti gli sono attorno e non hanno paura di lui.


Per un pugno di libriIl romanzo Clara va al mare di Guido Quarzo, con molta semplicità e naturalezza, segue le vicende e il corso di pensieri e di emozioni di una bambina down che, spinta dal forte desiderio di rivedere il mare, intraprende da sola una grande avventura. Durante il suo viaggio Clara incontrerà molte persone a lei estranee e, lontana dall'affetto e dalla protezione della sua famiglia, emergeranno con forte evidenza la sua ingenuità e il suo stupore nell'affrontare difficoltà e diffidenze in un mondo mai esplorato prima.

Attraverso descrizioni ed analogie con i modi di essere e di sentire che si avvicinano a quello tipico di tanti bambini della stessa età di Clara, emergono relazioni umane, capaci di superare le barriere erette dal pregiudizio e dalla diffidenza, e che svilupperanno occasioni uniche di amicizia e di reciproco arricchimento.


Entrambi i libri affrontando il tema della diversità in tutte le sue possibili accezioni, offrono occasione di riflessione, fra le tante possibili, per capire realtà diverse e superare atteggiamenti di egoismo, di commiserazione e di pietismo ipocrita, senza minimizzare, come per negare, l'assunto iniziale che una diversità comunque esiste.

Attorno a noi esistono persone che vivono condizioni difficili...persone di popoli diversi, con diverse religioni e culture, diverse fisicità e diversi interessi: noi tutti, individui tutti diversi, ma assolutamente uguali nella dignità di cittadini del mondo.
La visione e la consapevolezza della complessità del mondo in cui viviamo e una riflessione su come sia possibile costruire una convivenza civile migliore, basata sul riconoscimento, sul rispetto e sull'uguaglianza dei diritti di tutti gli uomini indistintamente, e con specifica urgenza nei confronti dei più deboli, è la base educativa su cui riflettere insieme ai nostri alunni.


Si sono classificate in finale, per le classi prime, la 1^A e la 1^E; per le seconde, la 2^B e la 2^E. La finale si terrà in aula magna, il giorno 08 aprile, con inizio alle ore 08:00.

Per un pugno di libriNello stesso giorno le classi vincitrici disputeranno la finale con l'Istituto comprensivo Como Nord.

Nell'atrio della scuola è stata allestita una piccola mostra itinerante di racconti brevi che hanno partecipato al concorso letterario Parole per strada ideato dall'Associazione letteraria Il Furore dei Libri di Rovereto. Il tema delle storie è LASCIAMI ANDARE.
Si tratta di quattro totem con tre racconti ciascuno disposti a mo' di prisma, intorno ai quali alunni e/o visitatori possano liberamente girare per leggerli.


Le referenti del progetto,
Tiziana Bernasconi
Monica Ciaraldi
Emilia Izzo


Per un pugno di libri  Per un pugno di libri

Per un pugno di libri  Per un pugno di libri

Per un pugno di libri  Per un pugno di libri

Per un pugno di libri  Per un pugno di libri

Per un pugno di libri  Per un pugno di libri

Per un pugno di libri

Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Aprile 2019 13:55